Metodo Santoro – applicazione degli schemi
12 Febbraio 2010
Liposcultura manuale tuina
5 Maggio 2010
Mostra tutti

Lipodissolve

cellulitebum

Somministrazione di Principi Attivi per via iniettiva ai fini dell'eliminazione dei depositi localizzati di grasso, del miglioramento del microcircolo e del tessuto cutaneo. Con il termine “Lipodissolve” si intendono metodiche lipolitiche non chirurgiche che sfruttano l’azione di alcuni principi attivi iniettabili a livello dermico e sottocutaneo.
La metodica originale, nata dalla intuizione di una dermatologa brasiliana nel 1995, oltre dieci anni fa, la Dr.ssa P.G Rittes, fondava il suo razionale sull’utilizzo della fosfatidilcolina, un derivato della lecitina di soia con spiccate e sperimentate proprietà anticolesterolo e antitrigliceridi in grado di sciogliere il grasso con cui veniva in contatto.
La letteratura scientifica internazionale nel corso degli anni, analizzando i risultati ottenuti con tale metodica e considerando la natura multifattoriale della cellulite e delle adiposità localizzate, ha sviluppato nuove soluzioni. L’evoluzione della tecnica “Lipodissolve”, oggi, permette non solo di ridurre il volume delle adiposità localizzate, ma di risultare efficace nel trattamento della ritenzione idrica, della insufficienza venolinfatica e della lassità cutanea; alterazioni sempre presenti ma non prese in considerazione dalle metodiche classiche. E soprattutto senza rischi vascolari e danni per la cute, senza cicatrici e avvallamenti.
I principi attivi iniettati con sottilissimi aghi non solo nelle aree di accumulo adiposo, ma in tutti i distretti interessati da ritenzione idrica o lassità cutanea, determinano una riduzione di volume degli adipociti (le cellule del tessuto grasso) con conseguente progressiva eliminazione dell’adiposità localizzata, un miglioramento del microcircolo vascolare con riduzione della componente acquosa extracellulare, ed un incremento della vitalità cellulare dermo-epidermica con aumento dell’elasticità e del tono cutaneo. Per l’eliminazione di una adiposità localizzata addominale o di una coulotte de cheval di media entità sono solitamente necessarie quattro sedute (una ogni 4-6 settimane). Il trattamento, che non ha nulla di chirurgico, si effettua in ambulatorio; immediatamente dopo la paziente è in grado di riprendere qualsiasi attività, comprese le attività sportive o l’esposizione al sole. Non è necessario l’uso di guaine; suggerito quello di calze elastiche a compressione graduata (sinergico all’azione dei principi attivi). Solitamente non si formano ecchimosi. Il trattamento è integrato con idoneo intervento di liposcultura manuale tuina  che permette di velocizzare e stabilizzare i risultati.