Recupero funzionale

Ti aiuta a riprendere la piena capacità motoria, persa a seguito di traumi, interventi chirurgici e/o eventi patologici.

recupero funzionale

Il recupero funzionale interviene in tutti i casi in cui esistono limitazioni funzionali da  trauma o intervento chirurgico, a patologie ortopediche o neurologiche. In questi casi il paziente può presentare una ridotta capacità funzionale, ovvero una difficoltà o un’impossibilità nello svolgimento della corretta gestione di un movimento, con possibile e conseguente riduzione totale della funzionalità corporea.

Il percorso di recupero riabilitativo è:

IL RECUPERO FUNZIONALE PER IL PAZIENTE

Per il paziente bisognevole, il recupero funzionale si fissa su alcuni concetti cardine:

  • personalizzato, in base alle caratteristiche del paziente (come età, capacità motoria, obiettivi e stato generale di salute), al tipo di lesione (localizzazione e dimensione) e alla eventuale tipologia di intervento chirurgico (motivo, luogo e tecnica chirurgica);

  • progressivo, in funzione delle precauzioni suggerite dallo specialista ed alle risposte clinico funzionali del paziente;

  • modificabile, in relazione alle risposte fisiche rese durante le singole sessioni di lavoro;

  • supervisionato, tiene conto delle condizioni fisiche e di salute nuove registrate a seguito di controlli specialistici periodicamente condotti.

IL RECUPERO FUNZIONALE DELLO SPORTIVO

Dal calcio al tennis, dal basket al rugby, passando per podismo ed arti marziali, le attività di recupero funzionale vengono condotte al fine di ripristinare la piena capacità  di quei segmenti corporei che hanno subito traumi nel corso di allenamenti o competizioni, siano esse professionistiche che amatoriali. Sono spesso oggetto di recupero i distretti muscolo-tendinei di caviglie, ginocchia, anche, spalle, schiena, polsi e gomiti.

L’obiettivo è dunque quello di favorire un ritorno rapido alla pratica sportiva, anche dopo traumi importanti o interventi chirurgici.