GYNICOLOGICAL MANIPULATION TECHNIQUE
15 Aprile 2011
FRYETTE OSTEOPATHIC TECHNIQUE
15 Aprile 2011
Mostra tutti

FUNCTIONAL TECHNIQUE

Fondatore: Harold Hoover D.O., Charles H. Bowles D.O., William L. Johnston D.O.
Principi: A differenza delle tecniche manipolative classiche Articular ThrustTechniques nelle quali il segmento osseo è coretto passivamente, cioè senza la partecipazione del paziente, nella functional technique l’osteopata guida il segmento attraverso i movimenti tenendo conto della risposta dei tessuti e adatta le sue manovre ad esse senza mai forzare i tessuti. La tecnica è dunque una delle più delicate e non traumatiche.
Metodo: L’osteopata sente con una mano, detta la “mano indicatrice”, il segmento leso che esegue il movimento aberrante. Con l’altra mano, detta la “mano in movimento”, muove i tessuti contigui. La mano indicatrice interpreta e monitorizza i cambiamenti che si operano nel segmento leso. Man mano che i tessuti lesi si adattano ai movimenti della “mano in movimento”, l’osteopata potrà guidarli verso la correzione con “la mano indicatrice”. La correzione è avvenuta quando non ci sono più risposte aberranti.
Indicazioni: Lesioni acute quali si possono riscontrare nei colpi di frusta severi e nelle ernie discali con sintomi acuti non solo di dolore ma, come nel caso del tratto cervicale, anche di vertigini, nausea, rigurgito. Segmenti strutturalmente danneggiati o che non possono subire correzioni dirette come, fratture recenti e segmenti osteoporotici, patologie neuro-muscolari dovute a tumori, neonati e bambini, donne gravide. Questa tecnica è particolarmente indicata in coloro che hanno subito traumi manipolativi da mani inesperte.